14/11/08

cultura e sistemi immersivi. i musei di Roma entrano in second life.



La comunita digitale avanza e conquista nuovi ambiti di relazione e contaminazione. Marina Bellini percorre con fervida e invidiabile tenacia la strada della contaminazione e sinergia tra le diverse esperienze che stanno animando il mondo dei blog, quello dei mondi virtuali, che frequenta con il nome di Mexi Lane, e quello dei sistemi museali.

Attualmente curando il blog +blog sta dando vita ad una fervida collaborazioni con +libri - vedere per capire- e cura la versione 2.0 del sistema dei musei di Roma che grazie a Mexi stanno debuttando anche nel mondo immersivo di second life.
Incontrandola tra chatt-im in second life, mail, conferenze stampa e telefonate (si direbbe un modo davvero multitask) le abbiamo rivolto alcune domande a proposito.

Questa settimana sono state lanciate due grandi iniziative da te curate che stanno interessando anche il mondo del metaverso una riguarda la fiera della piccola editoria e piu blog e l'altra la patnership fra i musei di roma zetema e experience italy della fondazione valore italia e la loro discesa nel mondo di second life. Puoi spiegarci meglio.

PiùBlog è un evento alla sua terza edizione presso Più Libri e si svolge come di consueto al Palacongressi di Roma Eur dal 5 al 8 dicembre. (vedi http://www.piublog.it/) Fin dalla scorsa edizione +Blog ha una sua sede in Exit, ma da quest'anno è diventata interattiva mediante il coinvolgimento di persone e di gruppi che producono contenuti nel metaverso. Perciò nel programma di dicembre 2008 ho dato spazio alle iniziative culturali che si sviluppano in Second Life, proponendo un programma di incontri "live" che si svolgeranno ogni giorno dalle 18.00 in poi. Grazie a 2lifecast avremo uno streaming che manderà il convegno in diretta dalla Fiera su Second Life e viceversa e che sarà globalmente visibile in web.
Sempre su Experience Italy, grazie all'Assessore alle Politiche Culturali e alla Comunicazione del Comune di Roma, nonché founder di Exit, è iniziata una collaborazione con il Sistema Musei Civici per la realizzazione di mostre d'arte che si svolgono in contemporanea nei Musei romani. Il primo esperimento è stato The Big Bang, la mostra curata da Gianni Mercurio che si è svolta al Museo Bilotti di Villa Borghese. L'operazione ha soddisfatto le istituzioni al punto che mi han fatto la sorpresa di una grande presentazione all'Auditorium dell'Ara Pacis. Contemporaneamente il blog.museiincomuneroma.it sta vedendo crescere in maniera esponenziale il numero di lettori e questo fa bene all'Arte e al Patrimonio culturale e artistico della Capitale.

Come nella mostra in sl di BIG BANG attualmente esposta presso la sim di
ex.it si puo toccare con mano il potenziale comunicativo del mezzo multimediale ed immersivo come sl, quali considerazioni avete fatto a proposito?
Con Second Life le mostre possono diventare ancora più immersive e coinvolgenti perché è possibile "entrare" nelle opere d'arte. Infatti l'intervento scenografico in 3D scompone i parametri tradizionali e i quadri si dilatano diventando parete, pavimento o oggetto in movimento, fino a formare un percorso interattivo estremamente affascinante. Qui è possibile visitare una mostra che si sta svolgendo a chilometri di distanza o che nella "Real Life" si è già conclusa. Non solo: l'interazione coi visitatori diventa un contributo creativo laddove le persone vengono coinvolte per mettere all'opera il proprio talento artistico tramite le tematiche della mostra stessa.

Sappiamo che è in corso un concorso per gli artisti che si vorranno misurare con il tema del big bang in che cosa consiste precisamente ?
Il concorso The Big Bang 2.0 premia la migliore opera pittorica, grafica, fotografica o 3D (per Second Life) che dovrà essere realizzata in tema con la mostra d'arte The Big Bang. La filosofia della creazione può essere elaborata ispirandosi alle opere esposte in Second Life e alle immagini della mostra reale visualizzabili su Flickr http://www.flickr.com/photos/museiincomuneroma/sets/72157607593381722/ , o puntando esclusivamente sulla propria fantasia. Per incentivare questo gioco-concorso è stato messo in palio un premio: un telefonino Nokia 2630. Il bando è pubblicato nel blog.museiincomuneroma.it

Quali sono i progetti di eventi o mostre che da subito avranno la loro estensione in sl?
La prossima mostra con la preziosa collaborazione di Micalita Writer che andrò a riproporre su Second Life è "Sua Altezza, il merletto! ovvero: la discrezione del lusso", al Museo Napoleonico da metà dicembre. In quel contesto proporremo una partecipazione creativa a tutti gli stilisti che operano nel Metaverso, in modo da creare un evento nell'evento e cioè una sfilata di moda con delle creazioni realizzate utilizzando le texture tratte dai merletti antichi esposte al Museo. L'idea di attualizzare dei reperti fashion in chiave "virtuale" potrà arricchire di nuova creatività il patrimonio dei preziosi manufatti in via d'estinzione.

L'iniziativa legata al mondo dei blog e a quello della piccola e media editoria che si svolgera a roma dal 5 al 8 dicembre ha un programma di interventi molto fitto, puoi illustrarci perche questi due aspetti sono cosi legati e da dove nasce l'esigenza di avere una ulteriore estensione in second life?
Innanzitutto l'occhio degli editori è ormai molto attento al mondo blog. Il blogger è attuale qualsiasi sia la tematica che affronta, e se oltretutto è una buona "penna", l'editore se ne accorge. La piccola editoria è a caccia costante di buoni autori e i blog sono una vetrina di infinite proposte. Certo, dal blog al libro il passo è enorme, tuttavia se un blogger ha delle potenzialità i tempi per dimostrarlo si accorciano notevolmente.
Circa l'estensione in Second Life, è un dato di fatto come ogni buona iniziativa nel metaverso sia supportata da un blog. Senza una comunicazione esterna, senza divulgazione, ogni evento resterebbe confinato in Second Life, privando molti della possibilità di venirne a conoscenza e di condividerlo. E poi SL è la rete dell'agire, quella che nel prossimo futuro potrebbe diventare la piattaforma d'interazione più completa. Magari non si chiamerà più Second Life: "Extension Life" potrebbe essere un titolo adeguato. Ciò di cui abbiamo sempre più bisogno è di estendere le nostre facoltà creative e intellettuali in un ambiente tridimensionale che ci aiuti ad accorciare le distanze, recuperando il tempo che perdiamo immersi nel traffico. Del resto il fascino del teleport placa fin da subito le nostre nevrosi quotidiane. E non è poco :)

Nessun commento: