30/09/08

Giornalisti contro second life ?!

non molti post fa abbiamo riflettuto su alcuni avvenimenti particolari che stavano animando post e chatt del mondo del metaverso e non solo. un articolo di Ruffilli sulla STAMPA aveva scatenato un sossulto a piu di un avatar. Bene fa Marina Bellini aka Mexi Lane a rivedere e aggiornare quello che è stato detto con un apposito incontro - dibattito , sopratutto perchè a distanza di tempo.

Questo il comunicato:
"Giornalisti contro second Life"
Ne parliamo Martedì 30 Settembre a Experience Italy, al Palacongressi virtuale dell'EUR alle ore 22.00
Un pretesto per inaugurare lo spazio PiùBlog su Second Life, dove in seguito si svolgeranno altri dibattiti su tematiche della Rete (e non solo), aspettando l'evento "live" che avrà luogo dal 5 al 8 dicembre a Roma, presso la Fiera della Piccola e Media Editoria "Più Libri più liberi".
Ne abbiamo parlato
QUI.
Successivamente anche IL TEMPO ed alcuni telegiornali hanno dispensato critiche insensate nei confronti del metaverso.
Per dire la vostra in Second Life prenotate il vostro intervento in voice mandando un IM a
Micalita Writer. Oppure utilizzate il chat.
Videostreaming del dibattito a cura di 2lifecast.
Se le prove tecniche avranno esito positivo potrete seguire il dibattito in diretta su
più Blog.

Read More...

24/09/08

ARENA Call for artists



Uqbar. media art culture presenta “ARENA”, evento e esposizione d’arte realizzata in coordinamento con Rinascimento Virtuale, la mostra che si terrà a Firenze al Museo di Storia Naturale all’interno del Festival della Creatività (21 ottobre-7 gennaio).
ARENA Call for artist è una grande mostra che si terrà dal 21 ottobre al 7 gennaio in second life presso la sim di EX.IT che collabora all’iniziativa. (http://slurl.com/secondlife/Experience%20Italy%20NW/128/128/SLURL37)
Vedrà succedersi c.ca 40 “artisti” che esporranno le loro opere ciascuno ogni tre giorni, in uno spazio chiamato “arena” realizzato appositamente. Gli artisti saranno invitati e in parte selezionati con bando pubblico di adesione.
Le opere saranno esposte all’attenzione di critici, curatori, collezionisti e amanti dell’arte in genere, inoltre il social network di Uqbar (http://uqbar-mediaartculture.ning.com/ ) sarà vetrina e riferimento dell’iniziativa con un blog dedicato e la messa in onda 24 ore su 24 della ripresa in diretta di quello che avviene nel mondo del metaverso, grazie alla collaborazione con 2Lifecast, che ha messo a disposizione un canale televisivo-streaming dedicato.
Chiunque potrà partecipare all’evento direttamente rispondendo alla chiamata o indirettamente diffondendone i contenuti, nelle modalità che sono qui di seguito precisate.

Uqbar. media art culture to presents "ARENA", art event and exhibition made in coordination with the Virtual Renaissance, the exhibition will be held in Florence at the Natural History Museum within the Creativity Festival (October 21th - January 7th).
ARENA Call for artist is a great exhibition that will take place on Oct. 21th till Jan. 7th in second life at the EX.IT’s sim who is contributing for this initiative.
(http://slurl.com/secondlife/Experience%20Italy%20NW/128/128/SLURL37)
It will be possible see about 40 “artists” that will exhibit their works on a three days basis each after the other, in a space called “arena,“ just realized for that. Artists will be invited to participate and in part selected by public announcement.
The works will be exhibited for the attention of critics, curators, collectors and art fans, the Uqbar social network (http://uqbar-mediaartculture.ning.com/) will be showcase and reference of the event with a specific blog and a live broadcast 24 hours/day of what happens in the metaverse world, thanks to 2Lifecast collaboration, that it has provided a dedicated video-streaming.
Anyone will be welcome to participate directly at the event just answering to the call or indirectly speading of its contents, by the way that is hereafter specified.

arco Rosca e Roxelo Babenco uqbar@live.com

Read More...

12/09/08

Architecture Beyond Building? I°


è possibile immaginare l'architettura oltre l'edificio,
questo il tema della 11. Mostra Internazionale di Architettura presso La Biennale di Venezia, che il curatore Aaron Betsky ha avuto modo di spiegare durante la vernice d'apertura in corso in questi giorni e come gia anticipato nell'intervista di E.Gandolfi che abbiamo riportato in un altro post,.
al di la degli effetti speciali, che anche quest'anno sembrano all'altezza dell'evento globale, sembra emergere che siamo in un momento dove è possibile ripensare l'architettura all'interno della nostra società a partire dal suo senso piu alto, dai suoi significati e che l'uso, piu che l'arrivo, di nuovi media sta favorendo questo lavoro, anche oltre l'egemonia dele istanze estetiche che sino ad ora avevano permeato la gran parte delle architetture e degli architetti.

Read More...

08/09/08

Linz Ars Electronica 08. PRIXARS


HONORARY MENTIONS Augmented Sculpture Series, Pablo Valbuena

HONORARY MENTIONS levelHead, Julian Oliver

The Winners of the 2008 Prix Ars ElectronicaAmazing works of animation, creative music, innovative art projects and state-of-the-art websites—read all about the 2008 winners! more


COMPUTER ANIMATION / FILM / VFX
Madame Tutli-PutliChris Lavis, Maciek Szczerbowski. (Directors), Jason Walker (Special Visual Effects) (CA) / National Film Board of Canada
www.nfb.ca/madametutliputli

DIGITAL MUSICS
ReactableSergi Jordà (ES), Günter Geiger (AT), Martin Kaltenbrunner (AT), Marcos Alonso (ES) / Music Technology Group, Universitat Pompeu Fabra, Barcelona, Spain
http://reactable.iua.upf.edu/

HYBRID ART
Pollstream – Nuage VertHelen Evans (FR/UK), Heiko Hansen (FR/DE) / HEHE
http://www.nuagevert.org/

INTERACTIVE ART
Image FulguratorJulius von Bismarck (DE)
www.juliusvonbismarck.com/fulgurator

DIGITAL COMMUNITIES
1kg more
http://www.1kg.org/

u19 – freestyle computing
HomesickNana Susanne Thurner

Read More...

07/09/08

The 50 greatest arts videos on YouTube

The Observer, settimanale del The Guardian, ha stilato una classifica dei 50 migliori video dedicati alle arti in genere che sono su you tube: si va dal teatro al jazz, dalla sezione pop, rock e folk alla letteratura, dal cinema alla musica classica.

YouTube is best known for its offbeat videos that become viral sensations. But among its millions of clips is a treasure trove of rare and fascinating arts footage, lovingly posted by fans. Ajesh Patalay selects 50 of the best

di seguito alcune scelte con link ai video ( qui la classifica completa).

Stage: Nureyev dances Romeo at the Royal Ballet, 1966
Jazz: John Coltrane performs 'My Favourite Things', 1961
Pop, rock and folk: Joy Division do 'Shadowplay', 1978
Literature: Jack Kerouac reads from On the Road (called Project 2), 1959
Film: by Samuel Beckett, 1965
Art: Marcel Duchamp's Anemic Cinema, 1926
Classical: Glenn Gould's The Art of the Fugue, 1980

Read More...

emotional city. Stockholm and 2.0

How are you today?
Emotional Cities poses a very everyday question. But what would happen if we took more time to reflect over how we ourselves, and others around us, are feeling? Can a few minutes of daily reflection make us more aware? Emotional Cities is an art project that studies and visualizes the emotions of individuals and groups.
Il progetto Emotional Cities lanciato a Stoccolma a partire da ottobre 2007, trasforma i cinque maggiori grattacieli della capitale svedese in giganteschi sensori emotivi che riflettono il mood dei cittadini. Le superfici uperfici urbane diventano pelli sensibili e reattive, basate sullo studio e la visualizzazione dell’emozione di individui e gruppi.




Read More...

Unplug your friends! tornare fuori dalla rete?



Unplug your friends è una buona iniziativa lanciata dalla piattaforma di Meetup pensata per chi ha amici “addicted”, “malati” di web, social network, IM, videogame.
Consente di comporre una mail (in inglese) invitando un amico, come si vede dal bel video, a non limitarsi al contatto via web, ma ad uscire e conoscere il mondo reale.
http://unplugyourfriends.com/

Read More...

02/09/08

comunicazione contro interazione. media art culture trans_formation ?

Già in queste pagine abbiamo detto che la principale resistenza alla trans-formazione in atto (non credendo alle rivoluzioni) nel passaggio da un mondo (inteso come sistema sociale costituito da persone e contenuti) basato sul sistema della comunicazione ad un mondo basato su un sistema di interazione, è operata dal mondo della comunicazione stesso, dai suoi attori e dall'abuso dei suoi argomenti caratteristici. Due discussioni in corso, quella relativa all'articolo di Bruno Ruffilli sulla "Stampa" di ieri (commentato in +Blog , stex Auer, luoghi sensibili, Susy Specchi, Roberta Greenfield) e quella a margine di una nota di Mario Gerosa pubblicata da Mirko Lalli e raccolta da Roxelo Babenco, che sta avendo autorevoli commenti, permettono a nostro avviso di fare una unica considerazione.

L' evoluzione rapida del web 2.0 sta portando ad una forte necessità di social o community 3d o se si vuole a sistemi di interazione di tipo immersivo,
assistiamo e partecipiamo ad un uso e ad una sperimentazione che sempre più spesso non è determinata da logiche e dinamiche da vecchio mondo (quello della comunicazione appunto), ma piuttosto da un fare diverso, "avatariano", che coniuga la vita tradizionale con questo "nuovo spirito del nostro tempo". I risultati non sono sotto gli occhi di tutti, ma di pochi, e alcuni non sono ancora frutto di una consapevolizzazione comune, certamente però possiamo affermare sono raggiunti con brillantezza e adeguatezza piu da iniziative intra-moenia (chiamate dal basso , pop o della grassroot culture) che da iniezioni extra moenia, cosi scopriamo che l'arte e la creatività cosi come vale per quella "contemporanea" arrivano prima e risultano il volano di tutto.
Si crediamo che l'arte sta compiendo appieno (forse più degli artisti) la sua capacità di esprimere il cambiamento in corso.
Non è un caso che nell'articolo di Ruffilli non compaia come elemento su cui fare raffronto, se non attraverso il sistema mercato inteso tradizionalmente. Casuale non è, al di là della sua innata curiosità, che Mario Gerosa dopo aver diffuso alle grandi masse il portato generale di second life, usato come la cartina di tornasole di un cambiamento in corso, punti con molta insistenza sull'arte dei mondi virtuali e sull'enorme patrimonio culturale che si sta producendo, anche attraverso diversi o inesistenti gradi di consapevolezza artistica e con codici espressivi completamente nuovi, di cui la mostra Rinascimento Virtuale di ottobre sarà un ulteriore e sorprendente tappa. Infine molto di quello che si percepisce esternamente del nostro fare da avatar dipende da quello su cui ognuno di noi lavora, argomenti, questioni, tecniche; molte delle cose che dice Ruffilli sono vere e noi tutti lo sappiamo, solo che non sono il tutto e neanche come abbiamo detto il dato più rilevante. Ma molto dipende da noi. Per quello che ci riguarda crediamo ad esempio che lo spostamento di un sistema percettivo e di fruizione basato sulla cognizione, non sia sufficiente ad esprimere appieno il nostro stato e neanche lo spirito di cui parlavo, sempre più spesso ci troviamo a lavorare su un sistema percettivo e dinamico di tipo emozionale (non sentimentale). Riprodurre forme che appartengono alla storia dell'uomo spesso è un facile riparo per molti all'interno della realtà digitale, forme spesso consumate con la velocità con cui si consumano le stesse immagini che le generano - come il caso citato di Italia vera o della stessa land di Armani in second life sparita dopo solo un mese dalla sua creazione. Pensiamo, piuutosto, più ad una geografia emozionale dell'esperienza di avatar-uomo nel mondo contemporaneo, in cui un nuovo senso di viaggio e di luogo ( site-seeing cosi come indica Giordana Bruno per intenderci) richiedono diverse forme dell'abitare - tradizionale e digitale - a partire quindi da nuove mappe molto diverse ad esempio dai concept di recente e koolhaasiana generazione, e di sicuro lontanissime dalle timide interpretazioni, a volte gaffe, giornalistiche a cui sovente assistiamo.
arco Rosca aka Paolo Valente

Read More...

01/09/08

Gandhi - Inter-Asian Relations Conference, April 2, 1947 at New Delhi. Un caso mediatico?

l'iniziativa "global comunication" che dal 2004 la Telecom Italia sta facendo del discorso del Mahatma Gandhi tenuto il 2 aprile del '47 alla conferenza delle relazioni interasiatiche, inaugurato con il video-trailler diretto da Spike Lee, e rilanciato in questo ferragosto dall'iniziativa di AVOICOMUNICARE, si sta rivelando un caso mediatico. L'insistenza sulla contraddizione tra contenuti alti e qui universali, con queli dovute a logiche di marketing sperimentale, sembra delineare una strategia comunicativa precisa e da adattare, certamente non cambiare, nel suo protarsi nel tempo. L'impressione è che il contenuto stavolta strabordi dalla forma datagli, fino ad avere una vita propria. Cosi il messaggio di Gandhi, focus dell'operazione fa sparire qualsiasi artificio mediatico.

questi i video:



qui la ripresa audio (in eng)

questo il discorso in versione integrale in ita e eng e alcune differenti interpretazioni

qui alcuni link di rifermento: Il Disinformatico - GandhiServe Foundation

Read More...